Soluzione di Depardieu a tasse più alte: un nuovo passaporto.

depardieuSoluzione di Depardieu a tasse più alte: un nuovo passaporto.

L'idea del Presidente Francese Francois Hollande di implementare una nuova tassa del 75%, alle persone che ricevono più di 1 milione di euro annuale in Francia ha provocato enormi polemiche e forti rifiuti tra quelle più colpite. La proposta di legge non è stata accettata ancora ma, prima che venga definitivamente applicata, alcuni hanno già cominciato ad agire, per evitare maggiori problemi. Il caso più eclatante, anche se non l'unico, è stato quello del popolare attore Gerard Depardieu che ha ottenuto un passaporto russo.
Depardieu è una delle figure pubbliche più riconosciute in Francia, per la sua interpretazione nel cinema di celebrità come Obelix, Cyrano de Bergerac e Martin Guerre. Il suo nome è associato solitamente con il suo paese, ma questa volta l'attore milionario ha deciso che aveva già pagato abbastanza tasse in tutta la sua vita e di fronte alla prospettiva di sborsare altri milioni ogni anno al fisco, ha cercato una soluzione alternativa: ottenere il passaporto russo, poiché in questo paese la tassa sul reddito fisso è del 13%.
La relazione di Depardieu con la Russia non è nuova e negli ultimi tempi era già apparso in diverse campagne pubblicitarie di quel paese, pubblicizzando il ketchup; inoltre, ha lavorato in Russia, nel 2011, durante le riprese di un film sul monaco eccentrico Grigory Rasputin.
Anche se il Consiglio Costituzionale francese ha respinto il provvedimento annunciato dal presidente socialista Hollande, Depardieu ha detto che non riconsidererà la sua decisione. Poco dopo, il Presidente russo Vladimir Putin ha dato un nuovo passaporto all'attore di 64 anni.
Putin ha firmato un decreto di concessione del passaporto russo a Depardieu ai sensi dell'articolo 89 della Costituzione russa. Tuttavia, Putin ha dichiarato in una conferenza stampa, che l'attore si considera francese e cittadino del mondo. "Ma egli ama molto il suo paese, la sua cultura e la vive. Sono sicuro che ora non sta attraversando un buon momento, ma questo finirà", ha detto.
L’asilio fiscale di Depardieu è stato valutato "deplorevole" dal primo ministro francese Jean-Marc Ayrault e queste parole hanno suscitato la maggiore indignazione di Depardieu, che, prima di fare il passo definitivo, aveva incontrato segretamente il presidente Hollande, ma sembra che l’attore non abbia potuto convincere il politico del danno che avrebbe causato l'imposta molto alta.
Depardieu non è l’unico "indignato" con il nuovo tributo in Francia. Altri imprenditori hanno dimostrato la loro riluttanza al progetto di Hollande, ma hanno preferito rimanere anonimi, per non attirare l’attenzione dei media sui loro passi successivi. Nel XXI secolo è aumentato il numero degli imprenditori che decidono di ricorrere al secondo passaporto, come un modo per migliorare la propria economia, poiché i paesi che rilasciano il secondo passaporto hanno politiche fiscali meno aggressive, così come hanno riconosciuto gli esperti di OPM Security, una società panamense che da più di dieci anni offre questo tipo di servizi a persone di diverse parti del mondo.
Secondo gli analisti di OPM security, le decisioni dei governi di aumentare le tasse, com’è accaduto anche in Spagna, sono sbagliate. Ora i governanti cercano di uscire dalla crisi economica in cui sono precipitati per le loro cattive politiche pubbliche, "strizzando" i ricchi in modo sempre più forte; ma questi ultimi, hanno concluso gli specialisti di OPM Security, non resteranno con le braccia incrociate e ricorreranno a società serie che li aiutano a migliorare la loro architettura fiscale.

1 | 2
S
U
P
P
O
R
T
O