Tempi duri per i troppo ricchi

schettino italia_affonda“Tu vuo' fa' ll'americano mericano, mericano... ma si' nato in Italy! sient' a mme: nun ce sta niente 'a fà”, nulla di più attuale di queste parole del cantante Renato Carosone che fecero furore negli anni ’50 e significano: “Tu vuoi fare l'americano, americano, americano, ma sei nato in Italia, stammi a sentire: non c'è niente da fare!”.
Per chi vuole apparire, anche se, se lo può permettere, saranno sempre di più tempi duri con in nuovo redditometro o redditest inserito dall’ Ufficio delle Entrate.
Cortina, Capri, Gucci, Armani, Ferrari, ecc. saranno tutte parole proibite agli italiani, che dovranno dimostrare al fisco ogni centesimo che spendono, a meno ovviamente che In montagna e al mare vadano all’ estero, e in macchina perché anche i biglietti aerei sono nel mirino nel fisco. Gucci e Armani gli italiani dovranno comprarselo a Londra o Parigi e la Ferrari, che se la comprino gli Sceicchi arabi, pensano i governanti italiani.
Insomma per chi vuol vivere in Italia è necessario limitare la spesa, tenere un profilo basso e stare attento anche al vicino che per invidia può denunciaci. E tutto perché prima che ai nostri consumi, bisogna far fronte alle necessità del Paese che esce barcollante dalla crisi mondiale e da 50 anni di mala spesa pubblica.
Contanti aboliti, conti bancari tassati (cosi sanno automaticamente quanto c’è depositato), carte di credito controllate.
Le nuove misure del governo Monti, obbligheranno tutti gli italiani a fare i furbetti, a usare società offshore per nascondere i beni, carte di credito estere per non essere tracciati e conti bancari all’ estero per pagare le vacanze.
Peccato, in fondo all’ Italia in crisi veniva bene un po’ di rilancio del turismo e della spesa interna. Peccato per chi perderà il lavoro. Peccato per le imprese che dovranno chiudere.
L’ Italia affonda, e come abbiamo imparato dal comandante Schettino della Costa Concordia, si salvi chi può!
Per rendervi conto del nuovo criterio fiscale, leggetevi le domande frequenti a cui ha risposto l’ Ufficio delle Entrate.

FAQ nuovo redditometro compilato dall’ Ufficio delle Entrate
Composizione del nucleo familiare (lifestage)
• la definizione di “nucleo familiare” prescinde dal criterio fiscale, tuttavia:
- una coppia è tale anche se non sposata?;
Si.
- un figlio non a carico ma convivente con i genitori, se non sposato, fa comunque parte del nucleo familiare?
Si.
- un figlio sposato anche se convivente con i genitori, forma un nucleo autonomo con la moglie?
Un figlio sposato che convive con i genitori costituisce un unico nucleo famigliare con i genitori e va collocato nel gruppo “altre tipologie”.
- coniugi non separati/divorziati che hanno domicilio diverso sono comunque da
Classificare nella categoria delle “coppie” o delle “persone sole”?
Sono da classificare come coppie. 
• il cd.“nucleo familiare ricostituito” (formato dopo lo scioglimento, per vedovanza,
Separazione o divorzio, di una precedente unione coniugale di almeno uno dei due partner), deve essere considerata “coppia” o va considerata “altre tipologie”?
No, è una coppia.
• genitore (vedovo/separato) che convive con figlio non sposato è da considerare nel gruppo “monogenitore”?
Si.
• genitore (vedovo/separato) che convive con figlio separato è da considerare nel gruppo “altre tipologie”?;
No, va nel gruppo “monogenitore”.
• due sorelle (di cui una celibe e una separata/vedova) che convivono con figlio non
Sposato di una di loro, sono da considerare nel gruppo “monogenitore” o “altre tipologie”?; sono da classificare nel gruppo “altre tipologie”.
• nella individuazione del gruppo di appartenenza in base all’età (es.: coppia con meno di
35 anni…) si deve fare riferimento solo all’età della “persona di riferimento”?
Bisogna fare riferimento all’età media tra i due coniugi. 
Abitazioni
• nel caso di ulteriori immobili posseduti, vanno indicati solo quelli abitativi come riportato nella pagina di acquisizione? 
Si, solo quelli ad uso abitativo.
• nelle superfici in metri quadrati richiesti per le abitazioni, utilizziamo il criterio del censimento Istat ? Come incidono eventuali superfici di garage, ecc.?
Vanno considerate le superfici delle abitazioni escluse le pertinenze (cantina, box, soffitta, ecc.).
• nei mesi da indicare quale disponibilità delle abitazioni, dovendo inserire un valore senza decimali, si fa riferimento al mese intero quando la  disponibilità supera i 15 gg? Ergo se non supera i 15 gg il mese non va considerato?
Si.
• nel caso di abitazione in affitto, come devono essere indicate le relative informazioni
Qualora riguardi due coniugi ? Se il contratto è stipulato da uno solo si indica tutto in capo a quest’ultimo?
L’affitto deve essere indicato con riferimento al contraente. Nel caso di più contraenti,  l’affitto deve essere suddiviso pro quota tra i contraenti avente causa.
• nelle “altre abitazioni” è voluta la non possibilità di indicare le abitazioni ad “altro
Titolo” (es.: casa vacanze)? In pratica una casa d’abitazione ulteriore rispetto a quella principale per la quale non vi è alcun diritto reale di godimento ma neppure è pagato l’affitto: trattasi di abitazione di proprietà del padre. E’ a disposizione insieme al fratello e alle relative famiglie facenti parte di nuclei familiari diversi. In tale caso non va messo nulla nella “altre abitazioni” ma va compilata la sezione delle “spese” (utenze, ecc.) eventualmente sostenute ?
La casa deve essere indicata in capo al soggetto che dispone del diritto reale di godimento e le spese in capo al soggetto cui sono intestate ovvero ne sostiene il costo.
• nelle “altre abitazioni” vanno indicate solo quelle “a disposizione” del contribuente o anche quelle locate o date in comodato a terzi?
Vanno indicate tutte le case possedute e per le quali si è titolari di un diritto reale di godimento ovvero ne sostiene le spese di mantenimento.
• nelle “spese” relative alle abitazioni, alla voce “apparecchiature elettroniche” vanno considerati gli impianti di allarme, videocitofono, impianto di teleriscaldamento ? Vanno considerati in tale voce anche eventuali impianti esterni all’abitazione ? (es.: cancello d’ingresso con apertura automatica, impianto di apertura automatica del garage in fabbricato distinto dall’abitazione).
Tali spese, dal momento che  danno diritto alla detrazione del 36% per ristrutturazione, vanno ricomprese nelle “spese di ristrutturazione”.
• nelle “spese” relative alle abitazioni, alla voce “apparecchiature elettroniche” vanno considerati i costi di realizzazione degli impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica? Le spese vanno indicate per intero e la cd. “tariffa incentivante” va considerata nei “redditi esenti” o “esclusi”. In caso di “scambio sul posto” il costo di energia elettrica sostenuto va al netto del contributo di scambio?
Se danno diritto alla detrazione del 36% per ristrutturazione o al 55% per “risparmio energetico” vanno ricomprese nelle “spese di ristrutturazione” per intero. 
• nelle “spese” relative alle abitazioni, alla voce “telefonia fissa e mobile” vanno considerate solo le spese per le utenze (traffico, ecc.) O anche l’eventuale acquisto dei telefoni? Oppure questi ultimi vanno alla voce delle “apparecchiature elettroniche”?
Solo se il costo dell’apparecchiatura è ricompreso nel canone di abbonamento.
• nelle “spese” relative alle abitazioni, alla voce “telefonia … mobile” vanno considerate
Solo quelle ad uso esclusivamente personale o, nel caso di imprenditori individuali, anche la quota parte di spesa non deducibile fiscalmente nell’impresa ? Queste ultime non dovrebbero essere comprese in quanto è una presunzione fiscale l’utilizzo promiscuo.
Va riportata anche la quota parte di spesa non deducibile fiscalmente nell’impresa.
• nelle “spese” relative alle abitazioni, alla voce “gas” vanno considerate esclusivamente
Le spese sostenute per gas metano o tutte le tipologie di gas (metano, gasolio e gpl). Le eventuali spese sostenute per altre tipologie di combustibili per il riscaldamento non devono essere indicate? (es.: legname, pellets)
Vanno riportate solo le spese sostenute con riferimento a tutte le tipologie di gas.
• in caso di spese sostenute per “elettrodomestici”, arredi, o altro, mediante finanziamenti
Rateali devono essere considerate le sole rate (comprensive di interessi ?) Pagate nell’anno.
Vanno riportate le rate pagate nell’anno.
Mezzi di trasporto
• gli autoveicoli sono distinti per potenza in kw. Il corretto distinguo è tra quelli “fino a 100 kw” da quelli “superiori a 100 kw”?
Si.
• con specifico riferimento alla voce “caravan” si deve fare riferimento esclusivamente ai rimorchi di cui alla lett.e) dell’art.56 del dlgs 285/1992 (nuovo codice della strada). In pratica vanno indicate solo le cd. Roulotte e non i camper che vanno invece nella categoria “autoveicoli” ?
No, anche i camper.
• con specifico riferimento alla voce “aeromobili” sono da indicare anche gli aeromobili  “leggeri” a motore e gli alianti ? E’ corretto escludere i deltaplani?
Si, vanno esclusi i deltaplani non a motore.
• la sezione dei mezzi di trasporto specifica che devono essere indicati quelli per i quali sono “sostenute spese di mantenimento”. Nella voce spese di noleggio o leasing di mezzi di trasporto devono essere indicati solo quelli dove la manutenzione è a carico del contribuente ? Vanno indicati anche i costi di leasing/noleggi che comprendono anche le manutenzioni ?
Si, vanno indicati tutti i canoni di leasing/noleggio pagati nell’anno.
• nella definizione di spese di noleggio dei mezzi di trasporto devono essere indicati anche i noli a breve? (es.: autovettura 3 giorni). In tale caso si deve compilare la spesa sostenuta ma non il tipo di bene noleggiato tra gli autoveicoli?
Si, va riportata la spesa sostenuta per noli ma non il bene noleggiato tra gli autoveicoli.
• fra le moto vanno indicati anche gli scooter? A che cilindrata si fa riferimento? 
Si. Va indicata la potenza in kw di motocicli e ciclomotori.
Tale informazione è facilmente desumibile dal bollo.
• come si compilano le informazioni relative alle barche? 
Solo nel caso di possesso di barche superiori ai 3 metri va inserita la relativa lunghezza in metri.
• le auto ad uso promiscuo devono essere indicate interamente?
Le auto ad uso promiscuo devono essere indicate per la parte non riferibile al reddito professionale o d’impresa.   
Assicurazioni e contributi
• le assicurazioni dipendenti o comunque riferibili ai mezzi di trasporto vanno indicate in tale sezione? (es: Rca, incendio furto non sulla casa ma sull’auto, infortuni del conducente dell’autovettura, ecc.).  
Si.
• per eventuali assicurazioni “miste”, riferite quindi a più tipologie di assicurazioni possono essere attribuite ad una sola categoria? 
Si, possono essere riferite alla tipologia prevalente.
• nella voce assicurazione “vita” si deve intendere sia le assicurazioni “caso vita” che “caso morte”? Di fatto le cd. “caso vita” pur essendo contrattualmente qualificate come assicurazioni, sono di fatto degli investimenti. Si deve fare riferimento esclusivamente alla forma contrattuale ?
Si.
• nella voce assicurazione infortuni non deve essere considerato l’eventuale premio pagato all’Inail da parte di artigiani; questo rappresenta un rischio specifico nell’ambito di impresa peraltro considerato quale costo di gestione dell’impresa e quindi compreso nel relativo conto economico.
 si
• nella voce assicurazione infortuni deve essere considerato l’eventuale premio pagato all’Inail per il rischio da parte delle casalinghe?
Si
• devono essere indicati i contributi obbligatori previdenziali versati direttamente da artigiani, commercianti e professionisti, all’Inps o alle diverse casse previdenziali autonome? E’ rilevante se tali contributi  siano o meno dedotti, nell’ambito d’impresa/professionale, dal reddito complessivo della persona fisica, ovvero non dedotti?
Indicare solo i contributi da riportare nel quadro rp.
• tra i contributi versati a titolo di previdenza complementare, devono essere indicati solo quelli versati autonomamente dal contribuente ? O anche quelli trattenuti direttamente in busta paga in base a contratti collettivi o ad accordi aziendali?
Indicare solo i contributi da riportare nel quadro rp.
Tempo libero e cura della persona
• la voce “cavalli” esclude la relativa spesa da indicare alla voce “attività sportive” o devono essere indicate entrambe ? In pratica la fruizione di un cavallo in un centro ippico x 1 giorno la settimana previo pagamento di una quota di 1.000 € l’anno. Deve essere indicato
- il solo costo a titolo di attività sportiva” per 1.000?;
- il solo numero di giorni 52 alla voce “cavalli”?;
- entrambi i valori ? (giorni e costo sostenuto).
In questo caso devono essere indicate solo la spese per attività sportive.
Altre spese
• nella voce “assegni periodici corrisposti al coniuge” devono essere comprese anche le somme pagate per il mantenimento dei figli o solo quelli per il coniuge?
Devono essere indicato solo l’importo destinato al coniuge.
• nelle spese per istruzione vanno indicate sole le quote di frequenza corsi oppure tutte le spese inerenti l'istruzione (libri in particolare)? 
Vanno indicate  le quote di frequenza e iscrizione ai corsi, nonché le spese per libri e gli altri strumenti connessi di valore significativo.
• le spese sanitarie devono essere indicate interamente?
No. Solo le spese effettivamente sostenute (al netto dei rimborsi delle assicurazioni sanitarie).
• le eredità rientrano nelle voci del nuovo redditometro?
Si. Vanno indicate nei campi relativi ai disinvestimenti per tipologia.
• dove deve essere indicata la donazione di denaro ai familiari?
Le donazioni in denaro ai familiari e/o a terzi devono essere indicate nella sezione altre spese nel campo donazioni di denaro.
• se si riceve una donazione di denaro dove deve essere indicata?
Nella sezione investimenti/disinvestimenti nel campo disinvestimenti.
Informazioni aggiuntive
• nella voce “tipologia di reddito prevalente” devono essere compresi tra quelli di “partecipazione” i redditi dichiarati per trasparenza dai soci di società di persone?
Si.
• nella voce “tipologia di reddito prevalente” devono essere compresi tra quelli di “partecipazione” i redditi dichiarati dal collaboratore familiare per la quota di reddito ad essi attribuiti dal titolare dell’impresa ? Si.
• nella voce “tipologia di reddito prevalente” devono essere compresi tra quelli dei “dipendenti”, in quanto assimilati, i redditi dichiarati dai collaboratori coordinati e continuativi per l’attività di amministratori di società di capitali?
Si.
• il codice attività va indicato solo se il reddito prevalente è di impresa o lavoro autonomo? 
Si.
• l'invio può essere effettuato da un dottore commercialista iscritto all'albo? 
Si. Possono iscriversi al portale Sose per inviare gli esempi le associazioni di Categoria, gli ordini professionali e gli intermediari.

1 | 2 | 3

S
U
P
P
O
R
T
O