Sicurezza dei dati informatici

dati informaticiIl problema di molti, oggi giorno, è la sicurezza dei dati informatici, ossia come mantenere le informazioni contenute in un computer al sicuro da un esperto perito informatico al servizio di una autorità.
I computer di nuova generazione ci offrono una maggiore sicurezza dei dati informatici attraverso là applicazione di una password nel BIOS del disco fisso o dico rigido di Intel (per ora mi pare che solo questa marca ha applicato il sistema) e un’ altra password nel BIOS del suo computer.
La password, per essere sicura, deve essere di almeno 16 caratteri tra lettere (maiuscole e minuscole), numeri e caratteri speciali. Con una password tipo 9A0$87uh%¿Nm5Fv& un perito informatico, che abbia a disposizione la più avanzata tecnologia di un Governo, impiegherebbe un decennio per poter accedere al suo computer e ai dati informatici in esso contenuti. L’ unico inconveniente è che se lei si dimentica la password, non potrà, mai più, accedere al suo computer e ai dati informatici in esso contenuti.
Non esiste un luogo sicuro per nascondere la sua password, quindi cerchi una password, con le caratteristiche sopra citate, che si possa ricordare e che nessun altro possa decifrare. Attenzione se vi sbagliate a inserire la password nel BIOS del dico duro: questo, dopo 5 tentativi, cancellerebbe i dati informatici. Questa operazione permette a un perito informatico l´accesso al disco e gli da la possibilità di recuperare i dati informatici e le informazioni in esso contenuti.
La password nel BIOS del computer non permetterà a nessuno l’accesso indesiderato. La password nel BIOS del disco fisso o dico rigido non permetterà che, rimovendolo, possa essere letto in un altro computer.
La cosa più sicura è quindi mantenere le informazioni sensitive in una nube e cancellare la memoria di cache e i dati informatici cancellati dal suo computer attraverso window washer.
Per mantenere le informazioni sensitive e gli archivi email al sicuro, la miglior cosa è creare un piccolo server personale o nube, istallando un disco fisso o dico rigido esterno nel router del suo internet, ovviamente, sempre con password nel BIOS del disco fisso o dico rigido esterno.
In caso di visite inattese sarà sufficiente, prima di aprire la porta, inserire due minuti il disco fisso o dico rigido esterno nel microonda e neanche con l’ aiuto di Dio potranno recuperare le informazioni, e la sicurezza dei dati informatici è garantita.

Di cosa avete bisogno per assicurare la sicurezza dei dati informatici del vostro computer:
1. Un computer d’ ultima generazione con disco fisso d’ Intel

2. Un router d’ ultima generazione
3. Un buon tecnico
4. Un microonda

S
U
P
P
O
R
T
O