Internet è il più grande Paradiso Fiscale

internet paradisi fiscaliInternet è per sua natura aperto, con poche barriere d'ingresso e, quindi, estremamente difficile da regolare. Internet non permette, o almeno mal sopporta, la burocrazia. Oggi vi sono centinaia di milioni di utenti in Internet, divenuto un ulteriore territorio offshore più e per questo molti sostengono che Internet è il più grande Paradiso Fiscale poiché attraverso la sua rete si muovono capitali e si eseguono transazioni commerciali, monetarie e borsistiche in tempo reale da un emisfero all’altro. Nei paesi sviluppati l'utilizzo di Internet è cresciuto annualmente di circa il 50% dalla fine degli anni 90.
Internet è l'esempio più noto della globalizzazione della finanza, dotato di una grande libertà, in tutti i sensi, che ha rivoluzionato gli aspetti tradizionali degli affari offshore, come ad esempio il trasferimento di fondi, l’online banking, e-commerce e la costituzione di società. Con l'uso delle TIC´s, la vicinanza fisica al centro offshore ha perso la sua rilevanza. Attualmente ci sono centinaia di banche su Internet presso le quali, dal proprio PC e via e-mail, è possibile aprire conti e effettuare tutti i tipi di transazioni bancarie, tra cui la richiesta di un carta di credito .
Internet è il più grande Paradiso Fiscale non è un mero slogan: per quanto riguarda la tassazione, è difficile sapere il luogo fisico da cui opera una società commerciale in rete, e quindi, stabilire tecnicamente dove deve pagare le tasse. Altrettanto difficile risulta determinare la giurisdizione che deve monitorare la rete o applicare e aumentare la tassazione. Quest'ultimo aspetto, quello di tassare le transazioni in Internet, è uno dei principali problemi delle autorità fiscali dei paesi sviluppati. La crescita dell’e-commerce e il risparmio fiscale sulle transazioni che genera, ha portato al fatto che alcuni centri promuovano la creazione, in condizioni vantaggiose, dal punto di vista legale e fiscale, di società commerciali basate sul fatto che Internet è il più grande Paradiso Fiscale.
Parallelamente alla distribuzione e alla vendita di prodotti nei soliti circuiti commerciali, le grandi aziende offrono linee di servizio in Internet, e alcuni di questi servizi nascono in giurisdizioni offshore con un risparmio fiscale significativo. Queste società vendono parte dei loro prodotti attraverso la rete, utilizzando società nei Paradisi Fiscali, pagando le royalties alla casa madre situata nel paese di alta giurisdizione. È un procedimento complesso, ma completamente legale per risparmiare sulle tasse, sempre che si giustifichi dal punto di vista commerciale e si chiariscano tutti i dubbi riguardanti le operazioni con le società collegate.
Internet aiuta molte compagnie a spostare il proprio centro di attività non correlate ai suoi clienti, il cosiddetto back office, in altre giurisdizioni. Permette inoltre la memorizzazione dei dati ai fini della sicurezza in luoghi lontani dalla sede o dalle sedi aziendali.
S
U
P
P
O
R
T
O