Demistificare il conto bancario offshore

offshoreDemistificare il conto bancario offshore

Molti considerano, erroneamente, che un conto bancario offshore è usato per nascondere denaro proveniente dal traffico di droga o per eseguire operazioni di riciclaggio di atti terroristici, prostituzione o vendita di armi. Questi miti sono caduti uno dopo l'altro, e al giorno d'oggi, sempre più persone cercano aprire un conto bancario offshore per i molteplici vantaggi che offre.
Una delle idee più diffuse è che la banca offshore sia illegale o, almeno, sia legata ad attività illegali; ma la realtà è che aprire un conto bancario offshore è assolutamente legale e chi opta per esso deve soddisfare una vasta gamma di requisiti per essere accettato. Oggi, con l'attuazione dei trattati di assistenza legale reciproca, i criminali hanno meno opzioni nelle banche offshore e sono le grandi imprese e i grandi miliardari che usano i loro conti bancari offshore, come strategia legittima per ridurre le tasse.
I critici dell’offshore banking sostengono che un conto bancario offshore è utilizzato per "evadere le tasse"; tuttavia, queste istituzioni finanziarie non sostengono né incoraggiano l'evasione fiscale, ma offrono ai loro clienti una scelta molto legittima per realizzare una migliore pianificazione fiscale.
Gli esperti in questi argomenti spiegano che un conto bancario offshore funziona come uno strumento finanziario alternativo per gli investitori che vogliono proteggere e diversificare i loro provventi. Tra i vantaggi principali che si identificano in un conto bancario offshore sono: massima protezione contro i cambiamenti economici e politici nel paese di residenza del cliente; riduzione del carico fiscale, rispetto al paese di residenza; protezione dei beni contro un'azione legale, come, ad esempio, il divorzio.
Un altro dei "miti" citati dai critici di conti bancari offshore è che, per aprirne uno, si abbia bisogno di un sacco di soldi. La ripetizione di questo "argomento" non è casuale, poiché esso mira a scoraggiare gli imprenditori di piccoli e medie dimensioni. Gli analisti riconoscono che ci sono molte banche offshore che accettano solo clienti depositano almeno 2 milioni di dollari; ma, siccome il sistema bancario offshore s’è diversificato così tanto, ci sono anche opzioni per coloro che hanno molto meno denaro.
Le falsità circa i conti bancari offshore includono anche "miti" circa l'apertura di un conto. Alcuni critici sostengono che le persone devono sempre viaggiare in giurisdizioni offshore per completare il processo. Questo non è completamente vero. Le principali banche hanno cominciato a usare due processi di due diligenza per aprire un conto bancario offshore per telefono, fax o e-mail. Un consiglio che condividono tutti gli specialisti è che l’interessato a un conto bancario offshore si affidi direttamente ad uno studio legale specializzato, che aiuta a semplificare il processo.
Un'altra falsità sull’offshore banking è che finisce per essere "libero da tasse". Gli esperti spiegano che, nella maggior parte delle occasioni, il cliente non paga le tasse nella giurisdizione della banca offshore; tuttavia, diversi paesi, tra cui gli Stati Uniti, costringono i cittadini a pagare le tasse sul reddito ottenuto ovunque nel mondo. Pertanto, si consiglia all'interessato ad aprire un conto bancario offshore, di fare una ricerca sulle leggi fiscali nel proprio paese di residenza, per avere maggiore chiarezza su questo tema.
Il processo d’apertura di un conto bancario offshore può sembrare lungo e complicato; ma se fatto da uno studio legale, tutto sembra più facile, perché lo studio consente al cliente di scegliere la giurisdizione offshore più appropriata, in conformità con gli interessi della persona e del suo paese di residenza. In questo modo, si può cominciare a godere, il più presto possibile, dei vantaggi di un conto bancario offshore.

S
U
P
P
O
R
T
O