Vietnam: punto sul mercato immobiliare

vietnam real estate 2Vietnam: punto sul mercato immobiliare

Si è tenuto il 31 agosto scorso a Ho Chi Minh City il "Vietnam Real Estate Forum", cui hanno partecipato circa 300 persone. Dirigenti di uffici pubblici e imprese immobiliari hanno fatto il punto sul mercato immobiliare in Vietnam e sulle sue prospettive. L'evento si è tenuto in contemporanea con la mostra "Vietnam International Real Estate Building Material and Construction Technology". Il settore immobiliare è stato, insieme a quello tessile, uno dei principali fattori dell'impetuosa crescita dell'economia vietnamita negli ultimi anni. La domanda di uffici e abitazioni in costante espansione, un rapido aumento delle quotazioni, il cospicuo flusso di investimenti stranieri e la maggiore disponibilità di mutui immobiliari hanno favorito l'avvio di nuovi e ambiziosi progetti. Secondo i dati forniti durante la conferenza da Nguyen Van Hiep, vice direttore del dipartimento delle costruzioni di Ho Chi Minh City, nel quinquennio 2005-2010 saranno costruiti nella città 6,5 milioni di mq a scopo abitativo. Per quanto riguarda gli uffici, la CB Richard Ellis (CBRE) Vietnam stima in 800.000 mq la superficie dei nuovi locali che saranno immessi sul mercato nel periodo 2007-10 solo a Ho Chi Minh City, la principale città del paese. È proprio questo segmento a essersi mostrato il più dinamico in tempi recenti: i prezzi degli affitto dei locali di prima fascia sono saliti del 39% nell'ultimo anno e il tasso di occupazione ha raggiunto il 100%. "I prezzi continueranno a salire a causa della crescita della domanda, ma il minor numero di speculatori presenti sul mercato contribuirà alla stabilizzazione", ha affermato Rik Mekkelhot, capo del servizio vendite di CBRE Vietnam, in riferimento all'azione di vigilanza da parte delle istituzioni, volta al contenimento delle transazioni puramente speculative. Sul versante delle politiche per l'attrazione di investimenti stranieri nel settore è toccato a Pham Quoc Tuan, vice Direttore del Dipartimento delle Infrastrutture e delle aree urbane del Ministero della Pianificazione e degli investimenti, di esporre le novità introdotte dal decreto 108 del 2006 e dalla legge 84 del 2007 che dovrebbero rendere più semplici e veloci le procedure per ottenere nuove concessioni edilizie e per la compensazione dei vecchi concessionari. Nguyen Van Nga, dell'ufficio per la promozione degli investimenti della municipalità di Ho Chi Minh City, dopo aver sottolineato come la capacità di attrarre nuovi capitali stranieri continui a rappresentare una priorità assoluta per lo sviluppo del Paese, ha passato in rassegna i servizi offerti dall'ufficio ai potenziali investitori in tema di consulenza, assistenza nel disbrigo di pratiche burocratiche e supporto nella soluzione di problemi operativi. (ICE HOCHIMINH CITY)

S
U
P
P
O
R
T
O