Panama, seconda patria per più di 300.000 colombiani

colombiani panama

Panama, seconda patria per più di 300.000 colombiani.

Solo 266 km separano la Colombia da Panama, forse è questo il principale motivo per più di 300.000 colombiani che hanno scelto Panama come loro seconda casa, senza dimenticare le opportunità di business o semplicemente per vivere una vita in una nazione con i livelli di inflazione più bassi al mondo, e quindi con una delle economie più sane e prospere del continente.
Definire il carattere del panamense non è di certo facile, di certo ogni paese ha le sue peculiarità e quella del popolo panamense è di certo la dinamicità; e comunque non tutti i popoli possono mettersi in discussione per i loro comportamenti, abitudini o identità come quello panamense, sia per le condizioni climatiche che per la sua posizione strategica che ha svolto un ruolo chiave in questo.
Allo stesso tempo, i vicini colombiani hanno le proprie abitudini, comportamenti e identità, infatti i colombiani che vivono a Panama e che hanno scelto di vivere la propria vita in questo paese hanno dimostrato non solo una particolare adattamento, ma ottime qualità come lavoratori e affaristi.
Un eccezionale Premio Nobel colombiano, Gabriel García Márquez, parla cosi dei colombiani:
"Abbiamo nel cuore la stessa quantità di rancore politico quanta la dimenticanza degli accadimenti storici. Un grande successo o una sconfitta sportiva può costare molte morti come un incidente aereo.
Per lo stesso motivo siamo una società sentimentale il cui primo gesto prima della riflessione è l'impeto sopra la ragione e il calore umano sopra la diffidenza.
Possediamo un amore irrazionale per la vita ma allo stesso tempo ci uccidiamo un con l'altro per l'ansia di vivere.In tutto il bene e il male, l'amore e l'odio, nella gioia di una vittoria e l'amarezza della sconfitta.
Abbiamo distrutto gli idoli con la stessa passione con cui li abbiamo creati.Siamo intuitivi, autodidatti, spontanei, veloci e lavoratori nati”
Con 45.925.397 abitanti, la Colombia è parte dei Caraibi, parte del Pacifico, è Andina, è Amazonia allo stesso tempo.I Colombiani sono estremamente critici di se stessi, sono nazionalisti a modo loro, ma hanno un grande "ego" nazionale. Al contrario, ogni visione negativa fatta sulle questioni locali non è gradita ai Colombiani. Ciò non significa che siano privi di suscettibilità, ma di certo non sorprende di quanto sono informati sui fallimenti e dei problemi di chi governa il paese.
I colombiani hanno sviluppato anche altre qualità: sono veloci nel reagire,agili nel discutere, cauti nel decidere sulle decisioni collettive, e non c'è dubbio che i colombiani a Panama hanno dimostrato di essere buoni lavoratori.

 

S
U
P
P
O
R
T
O