Investire in frutta e verdura colombiane

frutasInvestire in frutta e verdura colombiane


La frutta e verdura colombiane, rispetto ad altri paesi subtropicali, sono riconosciute come di migliore qualità per le loro caratteristiche organolettiche, principalmente con colore, sapore, aroma e più alto contenuto di solidi solubili e gradi Brix. Non può essere ignorato che la Colombia è un paese tropicale con una varietà di ecosistemi dove sono piantati più di 95 tipi di alberi da frutto e circa 42 specie di ortaggi, che comprendono specie autoctone, come pure altre specie provenienti dalle zone equatoriali di altri continenti.
Secondo un recente rapporto FAO, la Colombia è il terzo paese latino-americano con il più alto numero di ettari coltivati con alberi da frutto, concentrando il 10,5%, mentre diventa il quinto produttore della regione con il 7,2% e negli ultimi 8 anni, ha sviluppato oltre 236.000 nuovi ettari per la produzione di frutta. Durante l'ultimo decennio, le esportazioni di frutta colombiana sono raddoppiate, per un totale di 1.800 tonnellate con un valore di 800 milioni di dollari, anche se ci sono ancora nicchie interessanti da esplorare per gli investimenti stranieri in Colombia nel settore frutticolo.
D'altra parte, la Colombia ha più di 100.000 ettari, produce annualmente circa 1,8 milioni di tonnellate di ortaggi, ponendola al settimo posto fra i produttori in America Latina. In termini di prestazioni (ton / ha), il paese ha un tasso di 15,9 ton / ha, ponendolo sopra la media regionale di 15,6 ton / ha.
Dopo il Costa Rica, il paese ha il più alto tasso annuale di precipitazioni (2708 mm/anno), che pone la Colombia come il settimo paese al mondo per maggiore disponibilità di acqua. Queste sono solo alcune delle ragioni per investire in frutta e verdura colombiane. Vediamo un esempio: in questo momento, la Colombia è quarta nella produzione mondiale di avocado con una resa di 10,1 ton / ha. Ecco perché l’investimento straniero in Colombia per sviluppare la coltivazione di avocado 'Hass' sarebbe utile, al fine di servire il mercato locale ed esterno, con frutta fresca o olio di avocado e con la polpa lavorata.
Per quanto riguarda gli agrumi, la Colombia è un paese libero dalla terribile mosca della frutta e dall’ HLB. Grazie agl’investimenti stranieri in Colombia, si è stabilita la coltivazione di limoni Tahiti e Arancia Valencia per l’esportazione del prodotto fresco al mercato nord americano. Allo stesso tempo si richiedono investimenti stranieri in Colombia per costruire impianti per l’estrazione del succo, polpe e concentrati.
Analogamente, la Colombia è il più grande produttore di platano in America. Ora, tanto le piantagioni di platano per l'esportazione del prodotto fresco come lo sviluppo d’impianti per la produzione di snacks, congelati e precotti sono attrattivi per gli investimenti stranieri in Colombia, così come le piantagioni di mango "Keith" per l'estrazione di puree, succhi, polpe e prodotti IQF destinati all'esportazione, tenendo conto che in Colombia il mango "Keith" ha un rendimento superiore rispetto alla media mondiale. Attualmente investire nello sviluppo di frutta e verdura colombiane è sicuro e redditizio.

S
U
P
P
O
R
T
O