Investire in diamanti

diamond01Investire in diamanti
Di Alfredo Scarano

Esistono molte possibilità di investire all’estero sia per sfruttare il nostro capitale patrimoniale sia per ottenere dei profitti da tale investimento. Pochi però usano modalità sicure di trasporto capitali o investono nel proprio paese quantità del loro capitale in qualcosa che mette al sicuro da enormi tasse il proprio patrimonio.
Da molti anni mi interesso per passione,la mia professione a dire il vero è il Farmacista,al mondo dei preziosi. L’oro è stata la mia prima scelta ,ma risente troppo delle oscillazioni dell’inflazione;altresì è uno dei beni di rifugio da considerare. La mia attenzione da alcuni anni si è incentrata sulle pietre preziose ed in particolare sul diamante. Già Plinio il Vecchio descriveva il diamante come:” Il diamante è la cosa più preziosa, non solo fra le gemme, ma anche fra tutti i valori esistenti sulla terra”. Non aveva torto perché ancora oggi è il materiale più costoso e che mantiene nel tempo sia le sue qualità chimiche che economiche. Cosa è il diamante: è una sostanza composta di carbonio la più dura esistente al  mondo;infatti nelle scala fisica la durezza espressa in numeri che vanno da 1 a 10 il diamante è contrassegnato col 10. La qualità dello stesso è anche definito per colore purezza taglio e carato che in inglese vengono definite le 4C(color,cut,clarity e carat). Il taglio brillante è il più conosciuto ed usato per definire al meglio la lucentezza della pietra,ma ce ne sono anche altri. Il mercato del diamante è seguito dalle borse mondiali e il suo prezzo è vincolato dalla De Beers Group che detiene il 70% del commercio mondiale. Il listino Rapaport è una fonte importante per stabilire il prezzo della pietra diamante per tutti i suoi tagli e carature e purezza e colore.
Ma quando possiamo parlare di Diamante da investimento e dargli un valore univoco in ogni angolo del mondo?
Solo se il diamante è certificato da istituti gemmologici internazionali che imblisterano la gemma con il suo certificato di appartenenza  registrato e conservato in una banca dati in modo da poter controllare la corretta certificazione in base alla pietra descritta. In dieci righe non si parla di diamanti e ne se ne capiscono le sue peculiarità,ma invito i molti curiosi ad informarsi sulle stesse perché la sua valutazione è complessa così come la sua reperibilità. Voglio invece attrarre l’attenzione sulla veste di mero investimento indossata dal diamante.
Non tutti i diamanti sono da investimento infatti solo quelli di grado di purezza più elevato definito come IF (internalflawness) e di colore tra la D-H ed buon taglio possono considerarsi diamanti da investimento. E la loro caratura non inferiore ai 0.5 carati. Un diamante di 0.5carati significa una pietra di  0,100grammi e del diametro di pochi millimetri del valore tra i 6000 ai 9000 euro a seconda del colore. Ora cominciate a capire l’importanza investita dal diamante :10000 euro in pochi millimetri e centesimi di grammo;chi possiede tanto valore in una unità di volume così piccola? NIENTE! L’importante è capire che un diamante da investimento vero ha seguito una strada lunghissima dalla pietra grezza,il suo taglio,la sua selezione,l’acquisto della stessa e la sua certificazione e valutazione secondo le direttive internazionali eseguito da istituti gemmologici che garantiscono e sono responsabili per la veridicità delle dichiarazioni riportate sul CERTIFICATO. L’importanza della certificazione è essenziale da parte degli istituti gemmologici;infatti la loro perizia è assolutamente neutrale, tali istituti sono, infatti, completamente slegati dalla compra-vendita. Tre di questi istituti vengono riconosciuti a livello internazionale. Si tratta dell'IGI (International Gemmological Institute, Anversa), diamond02dell'HRD (Hoge Raad Voor Diamant di Anversa) e del GIA (Gemmological Istitute of America). Solo grazie a tale certificazione la nostra gemma ha un valore che è facilmente verificabile tramite le quotazione dei diamanti espresse dalle più importanti testate economiche. Ma in definitiva quanto mi conviene investire in diamanti. Il prezzo del diamante è svincolato dalla pressione fiscale,non si comporta come per gli altri preziosi anzi il suo andamento è lineare. Analizzando una o due decadi il guadagno medio annuo fatto con i diamanti è intorno al 9% il che significa ,così diamantes 5dcome è accaduto,che una pietra acquistata 10 anni or sono mi ha reso il 90%. Caso incredibile la decade tra il 1987 al 1997 con rendimenti annui del 20%. Il 2000 è l’anno della svolta il rendimento annuo è superiore al 9%  e va incrementandosi ulteriormente. Il XXI secolo ha visto anche la diminuzione della produzione dei diamanti a fronte di una grossa domanda quindi il loro prezzo arriverà alle stelle. Inoltre le sue riserve naturali sono già state sfruttate all’inverosimile quindi chi possiederà un diamante naturale avrà la facoltà di veder aumentare il suo valore nel tempo. Medio o lungo tempo va definito l’investimento in diamanti per apprezzarne a pieno la sua redditività e se si ha denaro e tempo sufficiente e ottime conoscenze gemmologiche si possono fare ottimi affari. Altresì ci si può rivolgere ad aziende ed istituti che si occupano dell’investimento in diamanti. L’intera trafila di ricerca di certificazione e di garanzia viene fatta da loro avvalendosi di competenze e di personale preparato all’altezza dell’investimento richiesto. Quindi comodamente demandiamo l’acquisto dei diamanti da investimento a dei professionisti che in base alle quotazioni di mercato ci permettono senza spese aggiuntive di aggiudicarci dei diamanti d’eccellenza. Ma ritorniamo al valore economico altissimo rispetto alla unità di volume infinitesimale del diamante. Voglio trasportare o trasferire  50000 euro ,ma non voglio usare le normali procedure come bonifico assegno contanti etc.etc. Decido di trasportare tale cifra sotto forma di preziosi. Due chilogrammi di oro 24 K sono una idea ma troppo ingombrante e poco discreto. Opto per pochi carati di diamanti discretamente conservati in una tasca in un fazzoletto in un portafoglio in una stilografica. 50000 euro in pochi millimetri, incredibile. In pratica trasporto l’equivalente di due chilogrammi di oro 24 k o se volete di 10 mazzette da 10 cinquecento euro in un volume ristrettissimo. Infatti è mia abitudine da anni portare sempre con me un diamante di 0.10carati certificato IGI per ogni necessità improvvisa. So che in ogni luogo della terra che mi troverò quella pietra avrà il suo valore e troverò subito il controvalore in denaro. Ritorniamo di nuovo all’investimento in senso stretto. Medio lungo periodo per investire parte del proprio patrimonio,in genere nella misura del 5-15%del capitale posseduto. Chi vi proporrà tale investimento dovrà anche essere pronto in qualsiasi momento a rimpiazzare le vostre pietre sul mercato quando voi lo riterrete opportuno,e darvi la differenza di valore raggiunto in quel lasso di tempo.
Tale tipo di investimento non deve mai essere vincolante nei confronti del vostro patrimonio,così come sono altre forme classiche di investimento. Inoltre tale tipo di investimento non è solo appannaggio dei più abbienti poiché le cifre da investire vanno dalle poche migliaia di euro a salire. Basti pensare a quante diamondsearchpersone accantonano per decenni migliaia di euro nelle poste o in banca e all’atto di riscuotere perdono parte del loro capitale:tasse,spese ,bolli etc etc. Ne ho viste tante e ne ho visti tanti di esperti e venditori della domenica,solo la mia fervida passione e la dedizione allo studio del diamante mi ha permesso di continuare anche in barba alla incompetenza di imbroglioni. La mia passione infatti oggi si è tramutata per me in una collaborazione con una delle più importanti aziende internazionali che si interessano di gemme preziose da investimento la IDClondon (www.idclondon.net). In un contesto di grande interesse per i beni rifugio cresce la domanda dei diamanti con conseguente incremento delle quotazioni. Le prospettive nel medio periodo sono incoraggianti sia per un aumento della domanda che per la scarsità di diamanti di qualità elevata ed essere parte importante e presente con una azienda affermata per me è importante.
Farò spero della mia passione una fonte di soddisfazione e di lavoro per me e per gli investitori o semplici appassionati legati alla miracolosa creazione della natura: il diamante.
Qui di seguito riassunti i passi salienti dell’investimento in diamanti:
•   Il diamante ha il più elevato valore per unità di volume, il che vuol dire che un capitale importante può essere contenuto in una mano;
•   Il diamante è un bene che è in via di estinzione sulla Terra, quindi il suo valore è per forza di cose destinato a crescere di valore nel tempo;
•   Il diamante può essere rivenduto in ogni parte del mondo anche nelle situazioni politico-sociali più difficili;
•   Offre stabilità delle quotazioni solitamente indipendenti dalle variazioni di situazioni politico economiche , caratteristica indispensabile dei beni rifugio;
•   Deve essere visto in un’ottica di diversificazione senza correre rischi delle forme di investimento che si detengono già in portafoglio;
•   Generalmente viene allocata una percentuale non superiore al 15% del proprio patrimonio in questa forma di investimento;
•   Ha un orizzonte temporale di medio-lungo periodo in quanto non ha caratteristiche speculative ma di difesa del patrimonio;
•   Non è sottoposto all’imposizione fiscale;
•   Non si devono sostenere costi di mantenimento o di gestione;
•   Non è sottoposto a tasse di successione;
•   Le quotazioni delle pietre sottostanti all’investimento sono rese note periodicamente sui quotidiani finanziari come il Sole 24 Ore;
•   Il valore dell’investimento è decorrelato dall’andamento dei mercati finanziari e generalmente offre rendimenti di circa 1-1,5% superiori all’inflazione reale
•   Quando è certificato, è quotato internazionalmente
•   Non è imponibile fiscalmente

a.scarano@idclondon.com
Scanaria@yahoo.com
www.Starofafricadiamond.jimdo.com
Cell:3385887410

S
U
P
P
O
R
T
O