E-gold: un altro tentativo USA di controllare il sistema di pagamento alternativo

usa jeff_taylorE-gold: un altro tentativo USA di controllare il sistema di pagamento alternativo

Ancora una volta la mafia che controlla l'e-commerce e il sistema finanziario mondiale cerca di chiudere E-gold. Giovedí 24 aprile la corte di Washington ha indiziato le imprese E-gold Ltd., Gold e Silver Reserve Inc. e i loro proprietari, il Dr. Douglas L. Jackson, suo fratello Reid A. Jackson, e Barry K. Downey per cospirazione per riciclaggio e per operare una attività finanziaria senza licenza dal 1999 a dicembre 2005. E-gold é registrata nell'isola di Nevis nei Caraibi ma ha base a Melbourne in Australia, e offre servizi finanziari di trasferimento fondi dal 1996. Nessun provvedimento é stato preso in relazione al sito web ne ai conti esistenti.
Gold & Silver Reserve Inc. opera il sito di e-gold ed offre il cambio della moneta elettronica attraverso Omny Pay Service. L'accusa indica che il sistema di pagamento alternativo suppostamente ha una riserva d'oro a Dubay e in Svizzera. L'accusa di riciclaggio e cospirazione é dovuta al fatto che si puó aprire un conto in e-gold con una semplice e-mail e a nome di Paperino, Zio Paperone o James Bond, senza il controllo delle autorità.
In genere le operazioni in e-gold sono per somme piccole e non si capisce come questo può essere inquadrato come riciclaggio.
Nello scorso settembre Douglas Jackson, che di professione é medico oncologo, ha testimoniato davanti al US House Subcommittee che la società E-gold ha collaborato nella lotta contro la pornografia infantile fornendo informazioni al Centro Nazionale per i bambini scomparsi e vittime di abuso. Nella dichiarazione ha sottolineato che i Servizi Segreti hanno rifiutato la collaborazione dell'impresa sin dal 2001. É evidente che nell'incapacità dei governi di arrestare certi fenomeni criminali tipo la pornografia infantile, le autorità si arrampicano sugli specchi usando questa scusa per limitare le libertà personali e controllare i cittadini.
Jackson ha specificato che E-gold ha realizzato 67 milioni di transazioni, superando 70 mila operazioni al giorno, per un totale di oltre 2 bilioni di dollari all'anno. E-gold ha oltre 69 milioni di dollari in oro, depositati al London Bullion Market Association e ha oltre di 4 milioni di conti.
Il “problema”, come ha sottolineato Jeffrey Taylor, il procuratore U.S. di Washington é che Douglas Jackson e i suoi soci operano un sistema di pagamenti ed invio di soldi che non é regolato ne controllato in nessun paese. É questo che gi americani vogliono: il controllo del sistema finanziario mondiale. Sicuramente é più comodo cercare di chiudere E-gold che chiudere le centinaia di siti che vendono pornografia infantile o altri prodotti illegali. Ma oscurare i siti illegali é facile, basta trovarli e il gioco é fatto. Ovviamente questo richiede lavoro.
Le accuse potrebbero portare ad una sentenza di cinque anni per operare un sistema di pagamento illegalmente e 20 anni per riciclaggio. Le attivitá di e-gold sono sotto indagine del Servizio Segreto USA, dell Internal Revenue Service (IRS) una specie di Ufficio delle Entrate e del Federal Bureau of Investigation (FBI).
Marco Saba, esperto de Centro Studi Finanziari, ha dichiarato a Investire nel Mondo: "La cosa che stupisce è l'atteggiamento estremamente violento di una agenzia di indagini, l'FBI, che non risulta nemmeno ufficialmente registrata (chartered). Il meglio che si può dire è che l'FBI opera da una zona grigia, ed anche grigio appare questo livore nei confronti di un sistema, E-gold, che non è inquadrato nell'usurocrazia ufficiale. I partigiani dell'oro saranno contenti: le accuse dimostrano che l'oro è moneta esattamente quanto lo sono i bizzarri biglietti emessi dalla Federal Reserve, anche se il governo USA da gran tempo dice il contrario. La zecca USA in un comunicato ufficiale ha detto che solo il Congresso "ha il potere esclusivo di "emettere moneta, regolarne il valore, fissarne lo scambio con moneta estera, e stabilire un sistema di pesi e valori". Ma quello che la Zecca dice è falso perché la Costituzione USA non usa la parola "esclusivamente"... Quella l'hanno aggiunta loro giusto per dimostrare la debolezza delle istituzioni davanti al problema dell'emissione di valute alternative".
Reclamiamo per l'abuso americano allo United States Attorney's Office for the District of Columbia inviando un'e-mail con il segiuente testo: - Combattete il crimine, non limitate i nostri diritti attaccando E-gold - Combact the crime, do not limit our freedom attacking E-gold” a dc.outreach@usdoj.gov

S
U
P
P
O
R
T
O