Cuba: investire in case e campi da golf

casa cubaCuba: investire in case e campi da golf

Durante molto tempo una delle principali critiche al turismo di Cuba è che era considerato “di seconda categoria”, perché le persone con maggiori risorse economiche non includevano all’isola fra i propri destini turistici preferiti. Questa realtà potrebbe cambiare come conseguenza dei recenti cambi nella politica verso il turismo e i nuovi programmi per investire a Cuba, approvati nel VI Congresso del Partito Comunista. Nonostante la crisi mondiale, il numero di turisti che scelgono di viaggiare a Cuba è cresciuto negli ultimi anni, per esempio, nel 2011, fino ad aprile, più di un milione e 180.000 è arrivato negli aeroporti internazionali cubani e gli esperti stimano che per fine anno il totale raggiungerà 2 milioni 700.000 visitanti.
Tuttavia, gli analisti risaltano anche che mentre cresce la cifra di visitanti, diminuiscono gli ingressi, per una semplice ragione: le offerte create dal Ministero del Turismo cubano attraggono stranieri con basso o medio potere acquisitivo. Cosi la nuova strategia si concentra nel creare pacchetti per attirare a turisti più ricchi. Nel congresso del Partito una delle idee approvate è stata quella di “creare, diversificare e consolidare in modo accelerato servizi e offerte complementari al semplice alloggiamento che distinguano al paese, dando priorità allo sviluppo delle seguenti modalità: turismo della salute, marina e nautica, golf e settore immobiliari".
Una delle prime iniziative è di costruire nei principali poli turistici del paese campi da golf e marine, di modo tale che i più ricchi possano passare un fine settimana di lusso a Cuba, e ancorare i propri yates nelle marine. I quattro progetti iniziali sono valutati in più di 1.500 milioni di dollari. In più, questi campi saranno accompagnati da case che potranno essere comprate, con prezzi superiori ai 600.000 dollari, sempre da cittadini stranieri, anche se ancora non si è pubblicato sulla Gazzetta di Cuba, il giornale che raccoglie i cambi alle leggi, i modi in cui queste case potrebbero essere comprate.
D’accordo con il Ministro del Turismo di Cuba, Manuel Marrero, il governo ha già approvato la costruzione di sedici grandi complessi, che includono campi da golf. Secondo Graham Cooke, un architetto canadese responsabile del disegno di uno dei progetti dei campi da golf, nella spiaggia di Guardavalaca, nel settembre di quest’anno si comincerà a costruire l’installazione, valutata in 410 milioni di dollari.
L’impresa canadese che ha contrattato a Cooke battezzerà il complesso con il nome di “Estancia de Golf Loma Linda”. Il complesso sarebbe composto di 1200 ville, bungalow, case e appartamenti duplex, che si costruiranno su 520 ettari fra le montagne e la spiaggia di Guardalavaca. Mentre per Andrew Macdonald, direttore esecutivo del gruppo Essenza di Londra, il quale prevede investire a Cuba in un country club 300 milioni di dollari, “quest’apertura è stata un giro fondamentale nella direzione di avere un turismo più eclettico”.
Gli analisti considerano che il costo promedio delle proprietà dentro dei campi da golf sarà di approssimativamente 600.000 dollari. Una delle domande più frequenti che sorge è se, a parte dei piani per vendere case a Cuba nei campi da golf sia già possibile comprare casa a Cuba. La risposta è un contundente NO. Mentre cresce la cifra dei visitanti e si costruiscono a tutta fretta, i lussuosi campi da golf, i cubani e gli stranieri ancora aspettano il cambio nelle leggi che gli permettano di comprare casa a Cuba. In internet abbondano i rumori su come sarà la nuova legislazione, pero ancora ci sono più interrogativi che risposte e come la legge rimane in vigore, non è possibile comprare casa a Cuba, per ora.

S
U
P
P
O
R
T
O