Cuba: investire è un'opzione per gli esuli?

golf cubaCuba: investire è un'opzione per gli esuli?

Tra i cambiamenti nella legislazione cubana che cercano di promuovere i piani per investire a Cuba, da magnifici campi da golf, alla vendita di case di lusso in questi campi, una domanda continua a preoccupare a chi è interessato a investire a Cuba: gli esuli potranno investire a Cuba? Dal trionfo della Rivoluzione Cubana nel gennaio del 1959, agli esuli cubani, che sono più di due milioni e che sono distribuiti per tutto il mondo, è stato proibito investire a Cuba, pero questa realtà di mezzo secolo, potrebbe cambiare da un approccio più pragmatico del presidente Raul Castro, che ha lanciato nuove iniziative per promuovere programmi per investire a Cuba, anche se gli esperti considerano che i passi intrapresi dal governo dell’Havana siano ancora molto timidi. La comunità cubana negli Stati Uniti è molto forte e non sono pochi, quelli che sono riusciti ha costruire importanti fortune e incluso nella politica l’impatto dei cubano americani è molto visibile, non solo nelle relazioni di Washington con Cuba. Molti di loro sarebbero disposti a portare le loro fortune o piccole imprese di nuovo all’Havana e contribuire cosi al miglioramento delle cattive condizioni economiche dell’isola e, allo stesso tempo, approfittare dei vantaggi di quel mercato per ampliare i propri conti bancari.
Tuttavia, i piani per investire a Cuba degli esuli incontrano troppe riserve a entrambi i lati dello stretto della Florida. Da un lato, il governo comunista ha bisogno sempre più dei soldi per cercare di uscire dalla sua crisi, pero teme che i dollari provenienti, soprattutto, dal sud della Florida provochino, a lungo termine, cambi politici che indeboliscano il controllo che ha mantenuto il Partito Comunista durante più di mezzo secolo.
Mentre, in Florida, i residenti cubani sono disposti a investire a Cuba se l’Havana adotterà “regole universali” per gli affari. Secondo Carlos Saladrigas, un impresario cubano americano, “Conosco bene l’interesse che hanno nel poter contribuire con il loro talento e le proprie ricchezze per investire a Cuba e aiutare a che possa crescere e prosperare. L’impresario cubano che vive all’estero ha molto da offrire”, ha detto. Questo impresario milionario è a capo della VincamGroup, una delle dieci agenzie di lavoro più grandi degli Stati Uniti, e dal 2001 presiede il Gruppo di Studio su Cuba, un peso massimo pensante con grande influenza nella politica dettata da Washington. Per quanto riguarda i piani per investire a Cuba, Saladrigas considera imprescindibile elaborare un programma nell’isola “con visione del futuro che salvi o cambi ciò che è necessario e che riceva all’impresario o al produttore come un salvatore, e non come un male necessario. Si ha bisogno di un cambio di filosofia, che comporti anche una legalità chiara che possa creare fiducia ed eliminare il desiderio frenetico della burocrazia per controllare tutte le attività umane”, ha detto.
Per Saladrigas, un’idea interessante sarebbe che gli impresari cubani americani potessero investire a Cuba, come la capitale nazionale, in collaborazione con i propri connazionali dell’isola, e non essere considerati come stranieri, pero per raggiungere questo riconoscimento, il governo dovrebbe garantire regole universali negli affari cosi come un quadro giuridico chiaro, un sistema giudiziario efficace e giusto, un rischio politico moderato e un clima di lavoro giusto ed equo” ha concluso l’esperto. Nonostante questo, gli analisti considerano anche che l’embargo americano giocherebbe un ruolo determinante nel freno ai programmi per investire a Cuba, perche questa legislazione, in vigore dal 1962, impedisce ai cittadini americani di investire a Cuba anche un solo centesimo in una qualsiasi attività economica che possa beneficiare il governo dell’Havana. Per tanto, ci può essere interesse sia in Florida sia nell’Havana, ma le condizioni non sembrano ancora pronte affinché i milioni di dollari, ottenuti in mezzo secolo dai cubani americani ,si possano investire a Cuba.

S
U
P
P
O
R
T
O