Cuba: investire a Cuba

investire cuba_1Cuba: investire a Cuba

Dopo più di cinque decenni di attesa, finalmente prima della fine del 2011 sarà possibile investire a Cuba in auto e investire a Cuba nelle case, dopo che il governo dell'Avana ha approvato una nuova politica che eliminerà una serie di leggi che impedivano il trasferimento di proprietà.
Comprare una casa e in questo modo investire a Cuba sarà possibile per i cubani residenti a Cuba, così come per gli stranieri con residenza permanente nel paese, pur mantenendo l'ordinamento controverso che stabilisce che una persona può avere solo una proprietà registrata.
I passi per comprare una casa a Cuba sembrano ancora complicati. Tutti i processi, cioè la compravendita, la donazione, lo scambio, il cambio di proprietà a causa di morte, andare all’estero o divorziare, avranno bisogno dell’aggiornamento del titolo di proprietà, cosi come del pagamento delle tasse dell’immobile e l'iscrizione nel registro delle proprietà. Inoltre, le parti interessate dovranno formalizzare il processo direttamente davanti a un notaio del luogo in cui si trova la proprietà e pagare la tassa sul trasferimento dei beni e delle eredità. Un altro requisito per l’acquisto di una casa a Cuba sarà che il venditore deve aver pagato i suoi debiti e il pagamento dovrà essere eseguito attraverso una agenzia bancaria, di modo che al meno l’acquirente deve aprire un conto presso una banca locale.
Uno degli elementi che più chiama l’attenzione è legato alle proprietà dei cubani che decidono di abbandonare legalmente il paese. Prima il governo si appropriava di questi beni, che diventavano di sua proprietà, pero con le recenti misure sarà possibile che quelli che decidano abbandonare il paese lascino le loro proprietà ai coniugi, ex coniugi e familiari fino a un quarto grado di parentela sempre che abbiano vissuto insieme con il proprietario almeno durante cinque anni.
Di fronte a questo tipo di situazioni il governo riconoscerà il diritto alla proprietà della casa senza costi aggiuntivi, anche se i nuovi proprietari saranno obbligati a liquidare i debiti che potrebbero essere in sospeso con la banca e pagare le tasse sul trasferimento di beni ed eredità.
Le permute in Cuba erano un mal di testa, perche lo stato si attribuiva il diritto di veto se considerava che in una permuta ci fossero grandi sproporzioni fra le case. Questo dava fastidio e molto alle persone, perche lo vedevano, giustamente, come una violazione della sua privacy. La nuova legge elimina il concetto della sproporzione tra le case che sono scambiate anche se queste hanno un valore o descrizione diversa. E per completare la corretta visione, il governo riconosce finalmente che la compensazione economica può mediare lo scambio, anche se questa non si dichiara.
Per quanto riguarda l’acquisto di auto a Cuba, il nuovo regolamento non dice che si apriranno grandi locali per la vendita di auto moderne, ma che i cubani e gli stranieri con residenza permanente avrebbero ricevuto la possibilità di donare o vendere le auto che nel momento stanno circolando ad altri cittadini.
Fino a una settimana fa le leggi cubane stabilivano che i cittadini potevano vendere solo auto con data di produzione anteriore al 1959 ma ancora mantiene la necessità di un permesso speciale del governo per comprare un'auto nuova. Come dato curioso, gli analisti segnalano che una volta in vigore i nuovi ordinamenti viene eliminata la restrizione che i cubani che avevano ricevuto il “permesso” per acquistare un auto nuovo dovevano obbligatoriamente donare allo stato o “sospendere” il suo veicolo anteriore. Questo lascia aperta la possibilità che una stessa persona possieda diverse auto, una novità in questo paese caraibico. Per comprare una macchina a Cuba il governo ha già chiarito che stabilirà una tassa, secondo il tipo e anno di fabbricazione della vettura, per evitare una tassazione individuale e quindi avere un valore minimo per calcolare gli oneri. Il governo ha affermato che le nuove misure cercano di contribuire a una soluzione del serio problema abitativo che colpisce l'isola, pero alcuni esperti sono più scettici e anche se valutano positivamente questo passo che permette di acquistare case e auto e quindi di investire a Cuba, in realtà riconoscono che la portata delle misure è ancora molto limitata.

S
U
P
P
O
R
T
O