Colombia, un paese amico aperto agli investimenti esteri

Colombia-ItaliaColombia, un paese amico aperto agli investimenti esteri

Un paese business-friendly aperto agli investimenti stranieri con un grosso potenziale, aperto alle sfide e con un interessante capitale umano; questi sono stai alcuni degli aggettivi usati dalla maggior parte dei 600 imprenditori che hanno partecipato al primo Business Summit delle Americhe del 2012, tenutosi a Cartagena de la Indias presso l'hotel Hilton 12-14 aprile, in concomitanza con il vertice delle Americhe che riunisce i capi di Stato e di governo del pianeta.
I risultati della Business Summit Americhe 2012, organizzato dal settore privato colombiano con il sostegno del governo della Colombia e del supporto tecnico della Banca interamericana di sviluppo (IDB) sono ancora freschi; Arne M. Sorenson, presidente e CEO di Marriott International Inc. ha dichiarato che "la Colombia è una terra di opportunità" ed elogiando la bellezza di Cartagena de Indias, ha indicato che "la sfida è di farla conoscere ai viaggiatori internazionali, in quanto visitando questo luogo, hanno la possibilità di vivere una grande esperienza sia per investimento sia per turismo."
Sorenson ha detto che la catena alberghiera della Marriott che possiede già un Hotel a Bogotá, aumenterà la sua presenza nel Paese con nuovi impianti a Cartagena, Cali e Medellin. Ha inoltre evidenziato le potenzialità del paese nel turismo e nei segmenti di lusso.
Infatti, nel 2011, secondo le informazioni fornite dal Ministero del Commercio dell'Industria e del Turismo, la migrazione in Colombia è arrivata a quota 1,582,110 viaggiatori internazionali, principalmente a Cartagena.
D'altra parte, la Colombia si trova al 34esimo posto della classifica del “Congresso Internazionale and Convention Association (ICCA)”, per l'aumento esponenziale del turismo e per i congressi promotori rivolti agli investimenti stranieri.
Tale comportamento degli imprenditori del turismo e dello spettacolo ha incoraggiato l'investimento di catene alberghiere internazionali quali Best Western, Holiday Inn e Augusta. Inoltre tra il 2010 e il 2011 sono stati avviati 32 nuovi progetti alberghieri con i investitori provenienti dal Regno Unito, Stati Uniti e Spagna.
D'altra parte Indra Nooyi, amministratore delegato di Pepsi Co, durante il primo vertice del Business Americhe 2012, ha fatto presente che il potenziale dell'industria alimentare e delle bevande negli ultimi anni è in costante aumento. "La Colombia è un paese accogliente per gli investimenti stranieri e possiede un grande potenziale, con un PIL in crescita, fiscalmente ben gestita e con una forza lavoro di grandi dimensioni", ha aggiunto Nooyi.
Tra gli uomini d'affari partecipanti al Business Summit delle Americhe 2012, oltre a quelli già menzionati Sorenson e Nooyi, erano presenti: André Esteves CEO di BTG Pactual, Jose Antonio Fernandez CEO FEMSA, Luis Carlos Villegas presidente ANDI, Richard Waugh presidente e CEO della Bank of Nova Scotia, Marcelo Odebrecht CEO Odebrecht, Aaron Regent CEO Barrick Gold Corp, Stanley Motta presidente Copa Holdings, ed Enrique Pescarmona CEO IMPSA.

 

S
U
P
P
O
R
T
O