Avanza in Colombia la tecnologia chip

chip1Avanza in Colombia la tecnologia chip


L’implementazione di carte con tecnologia a microcircuito (chip) in America Latina e Caraibi continua a crescere, secondo l'opinione di un gruppo di esperti consultati. Ad esempio, il direttore regionale dei prodotti emergenti Visa, Fernando Mendez, ha detto che sono già 150 milioni le carte della franchigia che circolano in questa regione con questo dispositivo.
Sebbene con cifre solo per i primi mesi del 2011, in Colombia il processo di passaggio al dispositivo tecnologico era al 27% contro il numero totale di carte, secondo i dati della Superfinanciera. Per quanto riguarda i punti di pagamento, RBM Redeban Multicolor ha riferito che tutti i "dataphones" di RBM già da tre anni sono abilitati a ricevere carte a chip.
L’annuncio di Mendez si è verificato durante l'evento annuale della franchigia: Innovation day, nel quale è stata mostrata una varietà di prodotti tecnologici progettati per le operazioni bancarie dei paesi che compongono il Centro e Sud America, con opzioni più comode e sicure.
Finora, la quantità registrata di carte con tecnologia chip è di circa il 32,6% dei 416 milioni di carte Visa che circolano nei paesi della regione. È certo che c'è ancora una lunga strada da percorrere, anche se il passaggio dalla banda magnetica al chip sarà un processo graduale che durerà alcuni anni, senza essere ancora in grado di annunciare una data esatta.
Tuttavia, dal mese di ottobre, in Colombia la responsabilità delle frodi su carte con tecnologia chip ricadrà sulla banca acquirente, cioè, se una persona che possiede questo prodotto esegue una transazione presso un terminale che ha solo il lettore di banda magnetica e si verifica una frode, la responsabilità ricade sull’ente che riceve l'operazione.
D'altra parte, in occasione dell’Innovation day si sono anche evidenziati gli importanti benefici delle carte con tecnologia chip, che oltre ad essere un sistema antifrode, grazie all'analisi di rischio che esegue tramite operazioni algoritmiche di verifica e d’informazioni sul proprietario, ha la capacità di gestire i conti di debito e credito della banca stessa e della franchigia Visa. “Ha una capacità di circa 4 kilobyte, che può incorporare due applicazioni in una stessa carta”, sostiene Mendez.
I costi di queste carte potrebbero raggiungere i 3 dollari, il che rappresenta un aumento rispetto al costo delle carte tradizionali che operano con banda magnetica, però la garanzia di protezione sarà fondamentale nei processi transazionali.
Oggigiorno, 19 paesi della regione hanno adottato la tecnologia che supporta le smart card attraverso programmi di VSDC (Visa Smart Debito e Credito). Gli investimenti nel passaggio al chip sono stati ricompensati non solo con maggiore sicurezza nelle transazioni, ma anche nell'opportunità di offrire prodotti di pagamento con vantaggi competitivi fornendo nuovi servizi a valore aggiunto quali multipago, autenticazione, ricompense istantanee, voucher, applicazioni di pedaggio e trasporto. A livello globale, secondo Mendez, ci sono 2 miliardi di carte nell'industria Visa. Nella regione, l'emissione e l'attivazione di queste carte sono concentrate in Brasile, Messico, Colombia e Venezuela.

S
U
P
P
O
R
T
O