Ricevere la pensione all’estero

Vota questo articolo
(0 Voti)
ricevere pensioneAnche se molti non lo sanno, quelli che decidono di cambiare la loro vita e di trasferirsi all’estero, possono ricevere una pensione senza dover pagare le pesanti tasse che si applicano in Italia. Questo significa che, se  vivete all’estero, la vostra pensione può essere più alta che in Italia Quest’operazione è assolutamente legale e permette di evitare il pagamento  di tasse per quei servizi a cui, di fatto, non si ha diritto, come accade  all’estero.

Oggi vedremo come è possibile tutto questo e quali sono i passi da fare per ottenere il soldi che ci appartiene, se decidiamo di andar felicemente a  vivere in un Paese straniero. Come fare per ricevere una pensione  all’estero? La prima cosa da fare è scaricare dal sito web dell’Agenzia i  documenti relativi alla Dichiarazione dei Redditi dei residenti all’estero: questi sono alcuni dei documenti che bisogna leggere con attenzione visto  che spiegano quali sono i requisiti che un “non residente” deve possedere  per ottenere i benefici previsti.

I documenti più importanti sono i convegni menzionati anteriormente e la  lista di tutti i Paesi che hanno firmato un accordo bilaterale con  l’Italia, per determinare in quale dei due Paesi la persona che abbia  effettuato un trasferimento di soldi all’estero debba pagare le tasse.  Naturalmente per quanto riguarda i Paesi stranieri non legati al sistema  fiscale italiano, le imposte da pagare nel nostro Stato sono molto meno  pesanti. In questo caso è necessario compilare la Richiesta di Esenzione  delle pensioni italiane Dalle tasse; il modulo deve essere presentato  presso la sede INPS (ex INPDAP) corrispondente - provinciale o  territoriale- che si occupa del pagamento delle pensioni.

Per quanto riguarda gli Stati in cui si possono percepire pensioni  straniere, il primo dato importante è sapere quali sono gli Stati stranieri che permettono quest’operazione. Fortunatamente il governo italiano ha  firmato numerosi accordi in questo senso, per cui la lista delle nazioni  europee e di altri luoghi in cui è possibile ricevere la pensione prevista  dal sistema previdenziale è abbastanza corposa. Sono stati firmati anche  degli accordi bilaterali con alcuni Paesi in particolare, in cui  l’emigrazione italiana è più consistente.

La seguente tabella riassume tutti gli Stati in cui il governo italiano  permette di ricevere una pensione senza dover sottoporsi ad una doppia  tassazione, ovvero contiene la lista di quei Paesi in cui la somma di soldi dev’essere corrisposta a noi, perché si applicano le tasse previste nello  Stato straniero, che per noi sono più economiche.
S
U
P
P
O
R
T
O