Che cos’è l’Apostilla?

È un’annotazione che è fatta sull’originale di un documento o su una copia autenticata dal notaio, che è apposta da un autorità e si identificata nella legge che ratifica la convenzione dell’AIA del 5 ottobre 1961 relativa all’abolizione della legalizzazione di atti pubblici stranieri. Questa fa si che non sia necessario procedere alla legalizzazione di documenti stranieri presso le autorità consolari. L’apostilla sostituisce quindi la legalizzazione e una volta effettuata questa procedura il documento straniero è valido in Italia e in tutti i paesi che hanno ratificato il trattato. L a gamma di documenti per i quali si può superare l’esigenza della legalizzazione mediante la apposizione dell’apostilla è amplissima è comprende i documenti rilasciati da autorità o da un funzionario dipendente da una amministrazione dello stato, compresi quelli dei tribunali, comuni, registri pubblici, anagrafe, ecc.
Ogni Paese aderente indica quali sono le autorità competenti a rilasciare l’apostilla. Per quanto riguarda l’Italia: gli atti notarili, giudiziari e dello stato civile, competente è il Procuratore della repubblica presso i Tribunali nella cui circoscrizione gli atti sono formati.
Per gli atti amministrativi (firma del Sindaco etc.), invece, competente è il Prefetto del luogo in cui l’atto è emesso (fanno eccezione la Val d’Aosta, in cui è competente il Presidente della Regione,  e le Provincie di Trento e Bolzano, per cui è competente il Commissario di Governo).
L’apostilla non è necessaria quando il Paese da cui proviene l’atto straniero ha aderito ad una convenzione internazionale, bi- o pluri-laterale che la esclude.
I paesi che hanno aderito alla convezione dell’Aia sono:
Andorra, Antigua, Argentina, Armenia, Australia, Austria, Azerbaijan,
Barbuda, Bahamas, Barbados, Belize, Bielorussia, Bosnia-Erzegovina, Botswana, Brunei, Bulgaria
Cipro, Colombia, Croazia
Dominica
El Salvador, Estonia
Federazione Russa, Fiji, Finlandia
Germania, Giappone, Gran Bretagna, Grecia, Grenada
Honduras, Hong Kong
Isole Marshall, Israele
Kazakhstan
Lesotho, Lettonia, Liberia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo
Macao, Macedonia, Malawi, Malta, Mauritius, Messico, Monaco
Namibia, Niue, Norvegia, Nuova Zelanda
Olanda
Panama, Portogallo
Repubblica Ceca, Repubblica Dominicana, Romania
Saint Kitts e Nevis, Saint Vincent e Grenadine, Samoa, San Marino, Santa Lucia, Seychelles, Serbia e Montenegro, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Suriname, Svezia, Svizzera, Swaziland, Stati Uniti d’America, Sud Africa
Tonga, Turchia, Trinidad e Tobago
Ucraina, Ungheria
Venezuela
  • Lunedì, 18 Febbraio 2013
S
U
P
P
O
R
T
O