Un ebook indispensabile per conoscere la Cuba del 2013

 
pic 1042 3647Verso dove si muoverà Cuba nel 2013? Quale sarà la portata delle trasformazioni economiche guidate dal governo di Raul Castro? Queste domande sicuramente sono presenti nel pensiero di non pochi imprenditori. I media non si stancano di sottolineare ogni modifica introdotta nell'isola; ma, per sapere con la maggiore profondità possibile ciò che realmente accade in quel paese di poco più di 11 milioni di abitanti, è essenziale accedere a ebooks come "Investire nella nuova Cuba, edizione 2013", di Giovanni Caporaso, pubblicato dalla Casa Editrice Expats Ebooks.
Nel 2013, dopo decenni d’isolamento, i cubani finalmente possono viaggiare senza restrizioni all'estero; inoltre, hanno anche la possibilità di acquistare e vendere le loro auto e case; non sono più obbligati a lavorare per lo Stato e possono aprire piccole imprese private in una varietà di settori. Tutte queste trasformazioni hanno attirato molta attenzione da parte degli investitori stranieri. Caporaso riconosce nel suo ebook ben documentato che l'interesse di investire a Cuba è grande. Per il grande capitale già sono state create le condizioni, tuttavia, l’Havana rimane riluttante ad accettare denaro straniero nelle piccole imprese. Questo significa, ad esempio, che i cubano-americani non possono ancora investire a Cuba?
Si e no, assicura Caporaso. Secondo l'autore dell’ebook, il cancelliere Bruno Rodríguez ha affermato in una conferenza nel 2012, di fronte un gruppo di cubano-americani, che l'isola ha bisogno solo di investimenti multimiliardari in affari controllati dallo Stato. Nonostante i timori del governo, sempre più cubano-americani sono riusciti ad investire a Cuba ma purtroppo i loro nomi ancora non possono apparire come proprietari d'azienda, per questo motivo un cubano funge da intermediario nel processo d'investimento.
I cubano-americani hanno investito nell'apertura di paladares (ristoranti), nella creazione di flotte di auto e camion, nella commercializzazione privata di nuove tecnologie, nell’agricoltura, attraverso l'acquisto di terreni non edificabili. Questo scenario potrebbe essere più diversificato se l’Habana offrisse maggiori possibilità alle piccole aziende private. La parte complicata di questo processo per investire a Cuba, secondo Caporaso, è che gli stranieri non sono protetti dalla legge. Quest’ultima non li riconosce, quindi non si può fare alcun reclamo nei tribunali. È un gioco pericoloso, ma il guadagno è notevole, se i cubani intermediari svolgono bene la loro funzione.
Nelle oltre 150 pagine dell’ebook "Investire nella nuova Cuba, edizione 2013", Giovanni Caporaso spiega le prospettive dell'economia cubana nel 2013, espone le principali trasformazioni economiche guidate dal governo di Raul Castro e la loro possibile influenza sullo sviluppo del paese.
L'ebook è diviso in diversi capitoli, che si leggono facilmente, perché sono scritti in un linguaggio chiaro e senza tecnicismi. L'autore ha un lungo rapporto con Cuba, un paese che ha frequentato per più di 20 anni consecutivi e questa conoscenza della realtà cubana traspare in forma evidente nel nuovo lavoro di questo prolifico autore.
Un'idea che Caporaso difende nel suo ebook "Investire nella nuova Cuba, edizione 2013", e che condividono altri esperti, è che, prima di spostare un singolo dollaro o euro a Cuba, l'investitore straniero deve avere la massima conoscenza possibile soprattutto di ciò che accade in un paese sempre mutevole, sempre più desideroso di accettare riforme che gli permettano di lasciarsi alle spalle una forte crisi economica. Per queste persone, il libro "Investire in nuova Cuba, edizione 2013" senza dubbio sarà molto utile.
 
S
U
P
P
O
R
T
O