Regolamento della Procedura per gli Investimenti a Cuba (2)

Vota questo articolo
(0 Voti)
investirecubaIl Decreto n° 327, “Regolamento della Procedura per gli Investimenti”, entrato in vigore dopo la sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale Straordinaria n° 5 della Repubblica di Cuba, il 23 gennaio 2015, prevede la partecipazione di tutte le forme di gestione, statali o no, ed in quest’ultimo caso, sia di persone naturali, sia di persone giuridiche. Stabilisce anche che tutti i soggetti, tranne il progettista, possono essere persone naturali. Inoltre la decisione di investire inizierà a decentrarsi gradualmente a tutti i livelli di dirigenza, metodo già adottato dal 2013 nel sistema imprenditoriale. Attualmente l’85% degli investimenti viene approvato a livello centrale; da questo momento i dirigenti delle imprese potranno approvare determinati investimenti senza necessità di consulenze, soprattutto quegli investimenti che garantiscano la semplice riproduzione delle attività finanziate, il rifornimento di attrezzature ed il mantenimento delle loro funzioni.

Il Decreto n° 327 precisa in quale momento devono essere ottenuti i differenti permessi, in che circostanze vanno richiesti, chi li concede e quanto tempo può impiegare un organismo a cui si richieda un certo tipo di consulenza; tutti questi sono aspetti che anteriormente non erano raccolti in nessun tipo di documento legale. Il Regolamento specifica le obbligazioni da rispettare nel corso della procedura per gli investimenti, relativamente a temi specifici, di sua competenza, ovvero: ubicazione, ambiente, trasferimento di tecnologia, impiego di fonti rinnovabili ed uso efficiente dell’energia, sicurezza ed ordine interno, difesa, commercio, uso dello spettro radio ed elettronico, trasporti, turismo, costruzione, uso del suolo e delle risorse minerarie, industria, elaborazione di alimenti, igiene e difesa civile.

Un’altra novità è che la Pianificazione Fisica mette a fuoco la procedura per l’ottenimento dei permessi per gli investimenti costruttivi ed in questo modo si crea la procedura dello Sportello Unico, un meccanismo che considera il silenzio come approvazione. Infatti se, allo scadere di un certo periodo di tempo, l’organismo a cui si richiede consulenza non risponde, si assume che è d’accordo con la proposta di investimento.

Tra i benefici che il Decreto n° 327 apporterà alla procedura per gli investimenti a Cuba, si può sottolineare che per ogni fase della procedura per gli investimenti sarà prevista una licitazione, con o senza l’intervento dello Stato e con la partecipazione di differenti istituzioni, sia nazionali che straniere. Il Decreto prevede una licitazione per i progetti, per la costruzione e per le forniture, con l’obiettivo di cercare le migliori offerte in un ambiente di trasparenza e competitività, ma, soprattutto, con una solida base contrattuale, senza la quale risulta impossibile seguire una buona procedura per gli investimenti a Cuba.

Contattaci

Inserisci il tuo nome
Inserisci il tuo nome Email
Please let us know your message.
È necessario convalidare

S
U
P
P
O
R
T
O