La nuova legge sugli investimenti esteri a Cuba 2

pic 3067 6386La nuova legge sugli investimenti stranieri recentemente approvata a Cuba, decreta che i cubani residenti all'estero possono investire nel loro paese d’origine, alle medesime condizioni dei potenziali investitori stranieri. Comunque, le autorità dichiarano che non andranno a cercare investimenti a Miami.
Secondo Rodrigo Malmierca, ministro degli investimenti e del commercio estero, la legge non vieta gli investimenti di cubano-americani, ma nemmeno li promuove.
Il ministro afferma che ogni emigrante cubano può investire sempre, quando sia il caso di persone che non hanno manifestato di essere contro il governo e che forniscano business di interesse sostanziale per il paese, in conformità al portafoglio di investimento esistenti.
Per l'imprenditore Hugo Cancio, addetto a portare artisti cubani a Miami, "si aprono le porte a causa della necessità. Chi meglio dei cubani residenti all'estero può investire nel nostro paese? Chi lo farebbe con più entusiasmo e zelo? ".
La nuova legge si riferisce all'investitore straniero, come "alla persona fisica o giuridica, con domicilio e capitale all’estero, che partecipa come azionista in una società mista, in un'impresa di capitale completamente estero o appare come parte di un contratto di associazione economica internazionale”. Questo significa, che non ci sono distinzioni di nazionalità o cittadinanza, quindi gli espatriati cubani sono contemplati nella categoria degli "investitori stranieri".
Il maggiore impedimento all'approdo dei capitali cubano-americani a Cuba, è l'Embargo degli Stati Uniti sull'Isola che è cominciato più di cinquant’anni fa. Questa granitica legge, perseguita tutti coloro che riescono ad investire a Cuba. Quindi, è improbabile che un cubano residente negli Stati Uniti, corra il rischio di subire un’ammenda, per investire a Cuba. Mentre, cubani con nazionalità differenti, potrebbero trarre beneficio da questa legge.
La nuova legge approvata all'unanimità dall'Assemblea Nazionale del Potere Popolare, stabilisce che i cubani residenti nel paese come persone fisiche, non possono investire in loco. L'investitore nazionale è la "persona giuridica di nazionalità cubana, residente nel territorio nazionale, che partecipa come azionista in una società mista, o che è parte di un contratto di associazione economica internazionale".
A Cuba non c'è ancora la forma di iscrivere in un registro una società o un’impresa; ma legge degli investimenti esteri lascia aperta la strada affinché le cooperative agricole o non, che sono persone giuridiche, possano associarsi al capitale straniero. In genere gli investitori stranieri a Cuba, utilizzano società di Panama.
S
U
P
P
O
R
T
O