Invio di pacchi postali a Cuba (1)

Vota questo articolo
(0 Voti)
invio pacchi a cubaUno dei temi ancora in sospeso per il Grupo Empresarial Correos de Cuba (GECC), è arrestare ritardi e perdite di pacchetti internazionali, per quanto riguarda il coinvolgimento subito nella spedizione di pacchi postali a Cuba. Recentemente l’ingegnere Zoraya Bravo Fuentes, Direttore di Operaciones Postales de correos de Cuba, ha spiegato che le difficoltà iniziano nel momento stesso in cui, il mittente sceglie l’impresa per inviare i suoi pacchi e il modo di farlo.

Ha spiegato che ci sono due modi fondamentali di procedere: il Servicio Postal Universal (diviso in ordinario e certificato) e il Servicio Privado de Mensajeria Expresa. “En Cuba, ha dihiarato Bravo Fuentes, si utilizzano maggiormente gli invii ordinari, perché sono i più economici per gli utenti. Basta dire che, per esempio, più del 90% dei pacchi internazionali provenienti dagli U.S.A. sono del tipo ordinario.

Correos de Cuba, afferma che un pacco di 3 kg, ammette soprattutto farmaci e libri, mentre per abbigliamento e altri utensili, si utilizzano le agenzie. Il prezzo di invio è in relazione al paese e alla sua lontananza, comunque, consegnarlo a Cuba costa in CUP (moneta nazionale), 10 pesos al kg. Tuttavia, un invio ordinario manca di controlli e certificato di ciò che contiene, per cui, non si sa dove si trova, finchè non arriva a Cuba. Non ha indennizzazione e nemmeno si può determinare, in caso di perdita, se è successo sull’isola o nel paese d’origine. Non c’è nulla che lo identifichi nelle carte, è come una lettera, che non si sa, se è stata gettata o no. La funzionaria, ha spiegato che, siccome il servizio ordinario è piuttosto economico, le società di origine, fanno invii con le aerolinee meno costose, per cui fanno moltissimi scali, non essendo voli diretti. Per esempio, dal Brasile può arrivare a Panamà, Colombia o Spagna, e poi arrivare a Cuba. “Una volta nell’aeroporto in cui fanno scalo – ha specificato l’ingegnere – competono con il bagaglio dei passeggeri dell’aereo e con la posta del proprio paese, per cui, possono impiegare settimane e anche mesi per arrivare alla destinazione finale. In accordo con il Grupo Empresarial Correos de Cuba, questo è il problema principale, che può ritardare il servizio, nonostante a Cuba si siano create tutte le condizioni per la ricezione. “Purtroppo, quando il pacchetto arriva a Cuba, attraversa altre difficoltà di taglio oggettivo e soggettivo, nella scala del processo”, ha detto il Direttore delle Operazioni del GECC. D’altra parte, arrivando a Cuba in aereo, l’invio verrà sottoposto ad analisi da parte di diversi organismi, per evitare l’entrata di prodotti illegali o rischi fitosanitari. Invece di tenere sacchi o pacchi nella Oficina de Cambio Internacional, si procede all’apertura e alla registrazione nel sistema informatico.

Ogni sacco, può contenere vari pacchi che devono essere controllati, e anche in caso di rottura, i funzionari del GECC sono obbligati ad impacchettarli in un nylon e sigillarli. Da notare che, il sistema di registrazione dei pacchi utilizzato, è la tecnologia cilena, già da 10 anni in uso, e impone che i pacchi siano visibili da Internet, perché i mittenti possano controllare direttamente se sono arrivati a Cuba.

Contattaci

Inserisci il tuo nome
Inserisci il tuo nome Email
Please let us know your message.
È necessario convalidare

S
U
P
P
O
R
T
O