Selezione di una Banca Offshore

banke-offshore copySelezione di una Banca Offshore

La Banca Offshore suscita ancora dubbi in alcuni che sono ancora influenzati dalle campagne mediatiche contro il mondo off-shore; anche se con il passare del tempo è aumentato l’interesse nell'avvicinarsi a questo tipo di istituzioni finanziarie. Una delle prime domande che molti si fanno è questa: è legale aprire un conto bancario o una società in una giurisdizione offshore o a bassa fiscalità? La risposta è un clamoroso sì. Chiunque può aprire conti bancari all'estero. Il problema si verifica quando il proprietario di questi conti e società non segnala quest’operazione alla propria agenzia fiscale del proprio paese di residenza o ad alta tassazione (onshore). Tuttavia, siccome una delle principali caratteristiche delle giurisdizioni offshore sono la privacy, l’anonimato e la riservatezza dei dati fiscali dei propri clienti, le persone utilizzano quest’opzioni come una strategia di "ingegneria fiscale", per ridurre il proprio carico impositivo.
Gli esperti dicono che prima di utilizzare i servizi di una banca offshore, il cliente deve valutare i diversi elementi che gli consentono di selezionare l'opzione migliore in un modo più appropriato:
Solvibilità della Banca: il primo suggerimento è cercare istituzioni sicure e con buona reputazione. Ci sono 3 tipi fondamentali di banche offshore:
(1) Piccole banche che non hanno una filiale nel paese di residenza. Questo tipo di istituzione rappresenta la massima protezione e la privacy, ma hanno come svantaggio una ristretta gamma di servizi finanziari. Possiamo trovare esempi di questa tipologia di banche in Svizzera, Liechtenstein, San Vincente e Granadines, Isole del Canale, Andorra, Lussemburgo, Isola di Man, ecc.
(2) Filiali di banche grandi e importanti succursali nel paese di residenza. I servizi offerti da queste banche sono buoni e vige la privacy, ma c'è un problema: se un cliente subisce una sorta di persecuzione fiscale nel suo paese di residenza da parte di un'agenzia tributaria, quest’ultima farà pressione sulla banca affinchè la sua controllata nella giurisdizione offshore non opponga il segreto bancario. Di solito la banca nega la richiesta, anche se l’accusa di reato è grave, ma si potrebbe verificare una "situazione eccezionale" rompendo il segreto bancario; anche se gli analisti dicono che ciò accade quasi sempre con delitti con finalità di terrorismo e traffico di droga.
(3) Una banca offshore che ha un'attività nella giurisdizione. Questa istituzione accetta depositi da parte dei clienti esterni e i requisiti di formazione sono minimi. Questo tipo di banca di solito non han filiali in paesi dove si pagano tasse elevate, non sono severe con i loro clienti e lavorano spesso con altre entità come banche corrispondenti. Gli esperti consigliano ai grandi investitori o imprenditori offshore di utilizzare diverse giurisdizioni e valute, per garantire che il denaro sia sempre sicuro e investito.
Le banche attualmente devono avere un eccellente sistema di comunicazione. Oggi quasi tutti le banche offrono servizi online e consentono di fare bonifici dalla casa del cliente verso tutto il mondo; inoltre, una buona banca ha da offrire anche un buon supporto linguistico; anche se l'inglese è la lingua più usata nell’offshore banking, ma c'è anche un servizio al cliente in spagnolo, francese, tedesco, russo e cinese.
I servizi e i prodotti bancari offshore sono quasi identici a quelli offerti dalle banche in giurisdizioni dove le imposte sono elevate (onshore): facilità e rapidità nella realizzazione dei bonifici bancari, un supporto 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, selezione di valuta, estratti conto bancari regolari, assegni, emissione di carte di credito e debito, banca elettronica. Inoltre, tra i servizi abituali vi sono :
-Conti correnti con assegni e conti correnti al termine.
-Custodia di beni documentali, titoli, depositi di oro, monete, oggetti d'arte o collezioni.
-Casseforti.
-Investimenti di Borsa nel mondo.
-Fondi comuni di investimento.
-Piani di risparmio e previdenza.
-Assicurazione sulla vita.
- Assicurazione di viaggio, infortuni e malattia.
-Cassetta postale di convenienza.
-Consulenza in materia fiscale.
-Carte di credito (debito, ricaricabili)
Tipi di conti bancari e depositi
Ci sono diversi tipi di conti e depositi. Tra i più comuni vi sono:
1) Conti a vista, che hanno come caratteristica:
-Sono offerti in diverse valute, con il tasso di interesse per ogni moneta.
-Si può disporre del denaro subito o in due giorni.
-Si pagano interessi a partire da un importo minimo o deposito minimo.
-Gli interessi variano secondo la quantità di denaro contenuta nel conto in banca.
(2) Conti Correnti. Questa è la modalità più comunemente utilizzata, per la flessibilità e la velocità quando si effettuano bonifici bancari con disposizione immediata del denaro. Solitamente si utilizzano con libretti di controlli e si accompagnano con carte di credito o di debito.
(3) Conti a termine fisso. In questo tipo di conti il denaro è depositato a termine fissato e si ottiene un interesse abbastanza alto. Se il cliente preleva dal conto, riceve una penalità. Più soldi si hanno sul conto, più interessi si potranno ottenere.
I consigli di un esperto eviteranno di sceglie una banca che non soddisfa i requisiti o che non accetta il proprio tipo di attività.

1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13
S
U
P
P
O
R
T
O